Emiliano Brancaccio

Ricerca, didattica e divulgazione
Research, teaching and media
martedì 14 febbraio 2012

SE PASSA LO STRANIERO

Omnibus La7

Va di moda in queste settimane la tesi secondo cui l’Italia, per rilanciarsi, avrebbe bisogno di ridurre ulteriormente le tutele dei lavoratori, perché altrimenti non sarà mai in grado di attirare investimenti esteri. Ma sarà poi vero che il nostro paese non è stato oggetto di investimenti stranieri? In realtà, se si guarda all’unico segmento sul quale si concentrano gli acquisti, quello delle medie e grandi imprese, la quota di partecipazioni estere in Italia è tutt’altro che trascurabile. Buona parte di queste acquisizioni avvenne negli anni ’90, a seguito della svalutazione della lira, che permise a svariati investitori stranieri di effettuare “shopping a buon mercato” nel nostro paese. Possiamo affermare che a sua volta l’Italia trasse vantaggio dalle svendite di capitale all’estero? I motivi di scetticismo, al riguardo, non mancano. Emiliano Brancaccio (Università del Sannio), Udo Gumpel (MTV Italia). Conduce Andrea Pancani