Emiliano Brancaccio

Ricerca, didattica e divulgazione
Research, teaching and media
martedì 21 ottobre 2014

PERCHE’ IL GOVERNO SBAGLIA LE PREVISIONI?

Radio Popolare, 21 ottobre 2014

Radio Popolare, 21 ottobre 2014. Come ha riconosciuto persino il FMI, dietro gli errori di previsione sul Pil delle istituzioni internazionali e dei governi sussiste un problema di fondo, che attiene alle premesse e alla struttura logica dei modelli macroeconomici adottati. L’appendice metodologica del Documento programmatico 2015 segnala che il governo italiano adotta tre modelli di previsione: ITEM, IGEM e QUEST III. Sia pure con significative differenze tra loro, questi modelli presentano rilevanti criticità riguardo al concetto di “equilibrio” e alle sue implicazioni sul nesso tra domanda aggregata e Pil. Una delle conseguenze è che gli effetti depressivi delle politiche di austerity vengono sottovalutati. Ciò contribuisce ad accrescere il divario tra previsioni e dati di consuntivo, che tra il 2008 e il 2013 ha superato i due punti percentuali. Intervista all’economista Emiliano Brancaccio, dell’Università del Sannio.